Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Pistoia Basket e OriOra, presentata la partnership

Pubblicato in Prima Squadra - Mercoledì 5 Settembre 2018

Massimo Capecchi: "Tutto è nato molto in fretta, c'è stata subito sintonia".

Si è svolta nella bellissima cornice di OrtoFAIR, presso Piante Mati, la conferenza stampa di presentazione dell'accordo fra OriOra e Pistoia Basket 2000. Il brand sarà il title sponsor del club per i prossimi tre anni: un'unione dunque significativa, carica di aspettative e nata all'insegna della grande fiducia reciproca fra le parti, come dichiarato di fronte ai microfoni.

“Siamo orgogliosi di essere qui, in questa magnifica location -ha esordito il presidente Massimo Capecchi- per celebrare l’ultimo ma anche il più importante dei traguardi che ci eravamo prefissati prima del campionato, cioè il contratto col main sponsor. Siamo contenti di poterlo fare con un'azienda giovane, che presenta un prodotto accattivante e innovativo. Con OriOra abbiamo sottoscritto un accordo triennale, sicuramente impegnativo per la società Fredianelli & co., proprietaria del marchio, e per questo faremo il possibile affinché sia noi che loro possiamo ottenere un reciproco beneficio. Tutto è nato molto in fretta: in non più di tre incontri abbiamo trovato l’intesa giusta. C’è sintonia e mi auguro possa essere un accordo che ci porterà a risultati sempre più importanti”.

Alle parole di Capecchi hanno fatto eco quelle di Davide Luchetti, uno dei quattro amministratori del gruppo Maxitalia Service-Fredianelli & co, che ha presentato il brand: “OriOra è un prodotto nuovo, da appena sei mesi sul mercato, con un test di lancio che ha dato buoni risultati. È l’unico succo di canna da zucchero al mondo in bottiglia, una bevanda energetica naturale che si sposa bene con lo sport e per questo abbiamo deciso di sposare il progetto del Pistoia Basket. Il 30 settembre avremo modo di presentare il prodotto alla città, grazie a un evento sulla Sala insieme alla squadra: per il momento sono sicuro che questo accordo sarà sicuramente ricco di soddisfazioni per tutti".

"Nel presentare questo prodotto-ha affermato Roberto Generini- anch'egli amministratore del gruppo- vogliamo essere al passo coi tempi, a contatto con i giovani. Il Pistoia Basket 2000 nasce oltre trenta anni fa come società di settore giovanile, noi come gruppo stiamo sponsorizzando Brando Rispoli, un ragazzino di 13 anni campione italiano ed europeo di motocross, insomma diciamo che abbiamo nella volontà di far emergere i giovani un punto di contatto importante con questa società. Cercavamo una ribalta importante per la città, dove trasferiremo le nostre aziende, sia la Maxitalia Service di Calenzano che la Fredianelli di Capannori: dal 2020 ci trasferiremo infatti presso la ex-sede della Radici di Bottegone e quindi sentivamo quasi naturale legarci a doppio filo con Pistoia. Il nome OriOra deriva dal latino sorgere: un concetto che identificava -ha proseguito Generini- la nostra volontà di entrare sul mercato con un prodotto venduto fin qui solo per strada in Sudamerica e Africa. Abbiamo provato a spremerlo a freddo imbottigliandolo e riproducendo il gusto di chi lo ha provato in quei paesi. Eravamo alla ricerca di una strategia comunicativa che ci permettesse di avere notorietà a livello nazionale, e non c'è secondo noi niente di meglio che essere rappresentati da una società del massimo livello della pallacanestro italiana".

La chiusura è stata del consigliere Roberto Maltinit: “Vogliamo ringraziare Giorgio Tesi Group e The Flexx per quello che hanno rappresentato per la crescita di questa società, insieme ai sei. sette sponsor che accompagnano da quattordici anni il Pistoia Basket. Senza di loro, non sarebbe possibile parlare di questa società e di questa categoria. Oggi diamo il benvenuto a OriOra, che possiede come noi quella sana follia che ci ha portato a fare cose impensabili. Il Pistoia Basket -ha concluso Maltinti- è un bene che va aiutato e tutelato, facendo come ha fatto OriOra che ha buttato il cuore oltre l’ostacolo e forse anche di più con questo accordo. Partiamo con un accordo triennale: se siamo bravi a valorizzare il loro marchio potranno essere uno sponsor a lunghissimo termine, un vero e proprio matrimonio celebrato col sangue".