Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

The Flexx senza paura con Varese: terzo successo interno consecutivo e altro passo verso la salvezza

Pubblicato in Prima Squadra - Domenica 4 Marzo 2018

I ragazzi di coach Esposito si impongono 74-65 al termine di una gara difficile contro la squadra più in forma del momento.

Una The Flexx gagliarda e volitiva ottiene il terzo successo interno consecutivo, superando per 74-65 la lanciatissima Varese, reduce da quattro vittorie nelle prime quattro giornate del girone di ritorno.

E' stata una gara intensa e tirata, poco spettacolare, in cui l'importanza della posta in palio (soprattutto per Pistoia) ha pesato notevolmente. I ragazzi di coach Esposito sono stati bravissimi a reggere sia la pressione del match che quella di Varese che ha scelto di difendere forte nel pitturato per sfidare al tiro Moore e compagni. La The Flexx ha accettato questo piano partita, ha faticato nel primo tempo ma nei secondi venti minuti ha indubbiamente meritato la vittoria, costringendo Varese a una vana rincorsa.

Quintetto a sorpresa quello mandato in campo da Vincenzo Esposito: con Laquintana e Moore ad alternarsi in cabina di regia, spazio anche a Mian, Bond e Ivanov, mentre per Varese il neo-acquisto Delas parte dalla panchina, al pari dell'infortunato Ferrero, a referto ma non a disposizione.

L'inizio è di marca ospite: ci vogliono sei punti consecutivi di Laquintana per svegliare Pistoia (7-10 al 5'), ma Varese resta comunque avanti fino all'8' (13-16) grazie ad Avramovic. La The Flexx ha le polveri bagnate da oltre l'arco dei 6.75, ma trova comunque soluzioni alternative e così, allo scadere del 10' minuto, riesce comunque a mettere la testa avanti (17-16), ancora grazie a un ottimo Laquintana.

Il secondo quarto inizia in maniera scoppiettante: Okoye e Moore si sfidano a suon di triple e così la partita si mantiene in perfetto equilibrio (26 pari al 14'). Ivanov e Mian spingono Pistoia al massimo vantaggio (30-26), ma Delas e lo scatenato Okoye (alla fine saranno 23 i punti per lui) impattano nuovamente a quota 30. Poco prima dell'intervallo lungo si sblocca anche Diawara, che trova il primo canestro della sua serata per il 33-30 su cui si rientra negli spogliatoi.

Si riparte con le difese brave ad avere spesso la meglio su attacchi non sempre lucidissimi. Varese si mette a zona e Pistoia pare accusare la mossa di coach Caja: il solito Okoye rintuzza i tentativi di Moore e compagni e al 25' gli ospiti sono avanti di 3 (37-40). Pistoia però, dopo i soli 4 punti segnati nei primi 5 minuti del quarto, si sveglia d'un colpo e inizia a stracciare la retina con regolarità impressionante. Varese continua a intasare gli spazi sotto canestro, ma Mian, Moore, McGee e due volte Gaspardo trovano il bersaglio grosso: Tambone prova a non far scappare la partita, ma quando Laquintana trova al 29' la tripla dall'angolo del 55-48 la sensazione è che il banco stia per saltare.

Varese è brava però a ripartire con lucidità nel quarto periodo: coach Caja dà fiducia alla propria zona e Pistoia improvvisamente si inceppa. I biancorossi restano quasi cinque minuti senza segnare, consentendo agli ospiti di firmare il break di 0-7 che vale l'aggancio a quota 55. Nel momento forse più difficile della partita, tuttavia, la The Flexx trova in Diawara e McGee gli uomini della provvidenza: i due, con una tripla a testa, spezzano il digiuno e costringono coach Caja a parlarci su. Il time-out non aiuta però l'Openjobmetis, con McGee e Gaspardo che, al 37' issano Pistoia addirittura sul +9 (64-55). Partita finita? Non proprio, anche perché Varese getta il cuore oltre l'ostacolo e la The Flexx, in vista del traguardo, pare piantarsi sui pedali: il gioco da tre punti di Avramovic e i cinque consecutivi di un fin lì evanescente Larson riaprono tutto nel giro di 70 secondi e stavolta è coach Esposito a correre ai ripari chiamando il minuto di sospensione. Il time-out scaccia i fantasmi, o meglio, li scaccia McGee che trova una tripla da otto metri senza troppo senso, ma che ha il merito di ridare fiducia ai compagni e di rigettare sott'acqua Varese (67-63 a 1'40" dallo scadere). Avramovic prova a riscrivere il finale, ma Ivanov arpiona un rimbalzo pesantissimo e dall'altro lato del campo Mian completa l'opera nel migliore dei modi: +7 e vittoria in ghiaccio a un minuto e spiccioli dal 40'. E' ancora Mian, con il suo 2/2 ai liberi a mettere il punto esclamativo al successo della The Flexx, con Ivanov che ritocca addirittura il massimo vantaggio (74-63). Varese prova almeno a salvare la differenza canestri, ma non basta il 2/2 ai liberi di Okoye quando ormai scorrono già i titoli di coda: Pistoia finisce in gloria, scaccia i fantasmi e conquista un successo che potrebbe essere determinante nella corsa alla salvezza...