Per sfruttare al meglio tutte le funzionalità del sito, aggiorna il tuo browser.

Archivio notizie

Gaspardo: "Non siamo ancora salvi, ma indubbiamente più vicini all'obiettivo"

Pubblicato in Prima Squadra - Lunedì 26 Marzo 2018

Il giocatore della Nazionale analizza la partita contro la Reyer: "Abbiamo lavorato bene in settimana e sapevamo che loro avevano tutto da perdere".

E' Raphael Gaspardo a commentare la bella vittoria contro i campioni d'Italia della Reyer. La più bella prestazione stagionale, nasce, secondo il giocatore friulano, direttamente dalla sconfitta con Reggio Emilia di una settimana fa: "Dopo il brutto k.o. con Reggio -spiega il giocatore della Nazionale- il giorno dopo ci siamo chiusi in sala video alle 9.30 del mattino e ci siamo confrontati a lungo, riguardando tutti i nostri errori, soprattutto quelli di atteggiamento: è stato questo l'inizio di una settimana indubbiamente positiva... Abbiamo lavorato con fiducia durante gli allenamenti, siamo stati propositivi e stasera siamo scesi in campo con una grinta e uno spirito di rivincita incredibili. Sapevamo, ovviamente che sarebbe stata dura, ma sapevamo anche che quelli che avevano tutto da perdere erano loro: consapevoli di questo, semplicemente abbiamo dato tutto quello che avevamo ed è venuta fuori una prestazione così. Ancora sappiamo bene di non essere salvi, ma indubbiamente un successo come questo ci avvicina sensibilmente all'obiettivo"...

Aver battuto in questo modo i campioni d'Italia, reduci per di più da sei successi consecutivi in campionato, da un lato suscita forse addirittura qualche rammarico per l'andamento della stagione: "E' stato un campionato per noi particolare -afferma Gaspardo- in cui abbiamo commesso degli errori ma in cui anche la sfortuna non ci ha mai abbandonato e quindi semplicemente non c'è da stare a fasciarci la testa su cosa poteva essere, su quelle che erano le premesse e su come invece è andata, altrimenti non ne usciamo. Bisogna cercare di restare sempre positivi, ignorare le pressioni esterne, credere nel lavoro e dare tutto quello che si ha, perché semplicemente è solo questo che un giocatore può fare per invertire la rotta". 

Gaspardo chiude poi con un pensiero su Jaylen Bond: "Aver sentito qualche fischio da parte del pubblico contro di lui mi è veramente dispiaciuto. E' un giocatore che dà sempre tutto, un ragazzo giovane, alla prima esperienza lontano da casa, che in allenamento lavora duramente e non si risparmia mai. E' evidentemente in un momento di difficoltà, sia fisica che soprattutto mentale, ma non dobbiamo dimenticarci -conclude il numero 10 biancorosso- che ha fatto anche ottime partite e che, come tutti, può darci una grande mano. Sono certo che verrà fuori da questo periodo".